Donne costruttrici


Dal 2007, Mano a Mano forma le donne di La Ensenada alle tecniche della costruzione da architetti professionali (pittura, muratura, impianti idraulici, ecc) e dà loro accesso ai programmi dell’IRFA così come a delle riunioni d’informazione.          

Il programma mira pertanto a permettere l’indipendenza economica e sociale delle donne, e ad agire in favore dell’uguaglianza tra i generi, ma anche di consentire loro di migliorare le loro case. Dei giovani in situazione difficile possono anche partecipare a questo programma di formazione in construzione.
Il risparmio consente loro di investire :

 - Una delle donne ha potuto rifarsi la dentatura e comprarsi un cellulare, e ha sbrigato le pratiche per operare una delle sue figlie sordamuta. 
- Una delle donne ha sbrigato le pratiche per ottenere la carta d’identità della sua figlia e per comprarle il materiale affinché riprenda gli studi presso l’IRFA. Ha anche comprato del materiale scolastico per la sua nipote.
 - 4 donne hanno comprato un materasso. 
- Una donna ha potuto comprarsi gli occhiali. 

Inoltre, il 75% di loro ascolta i messaggi trasmessi tutta la giornata dall’altoparlante, e partecipano regolarmente alle riunioni d’informazione, il quale sembra aiutarle a prendere coscienza dei temi abbordati (piante medicinali, educazione sessuale degli adolescenti, gravidanza precoce, droga, comunicazione con i bambini, ecc...). 

    

I progetti sin dal 2007 :

- 2008 : Muro di contenimento di 45m di lungo e 8m di alto. Fu la prima opera : realizzata da 30 persone, a mano, durante 6 mesi di lavoro. 

- 2008/2009 : costruzione di 80 toilette a Los Jazmines e nelle comunità attorno, per migliorare le condizione di vita e d’igiene degli abitanti.

- 2009 : parco Samaqlla, di circa 300m², localizzato accanto alla biblioteca, è stato attrezzato con giochi per bambini e degli appezzamenti sono stati piantati, annaffiati grazie ad un sistema biogas collegato alla rete dei bagni della biblioteca. 

- 2009 : Creazione di un impianto di 14 colletori di spazzatura. Situati nei punti strategici della comunità, sono dei cassoni di cemento decorati con resti di ceramica, innalzati su dei piedi per evitare il contatto della spazzatura col suolo, e rendere lo spazio più sano evitando che i cani vengono a mangiare nei cassoni. 

- 2009 : il locale comunale e una sale di classe. Grazie a questi lavori, le donne hanno acquisito nuove competenze come l’innalzamento di colonne, di muri di mattone, impianti elettrici e idraulici. Il locale permette ai dirigenti della comunità di riunirsi in un luogo pulito e attrezzato. E’ anche utilizzato per le animazioni di prevenzione. I corsi per adulti dell’IRFA sono dati nella sala di classe, di una capacità di 20 a 25 persone, costruita dietro la farmacia popolare. Serve anche per il campo estivo.

- 2010 : Patio della scuola materna (PRONOEI), è un cortile che fu costruito affinché i bambini possano giocare in uno spazio pulito e protetto. 

- 2010/2014 : Sistemazione dei locali dell’associazione, del ristorante e della pasticceria solidale. Sistemazione di una sala di ristorante che permette di servire circa 50 menu al giorno, di una cucina professionnale, di un locale per la spazzatura, di una dispensa, di una terrazza, dei locali della pasticceria (uno spazio per la fabbricazione di prodotti così come una vetrina per esporre i prodotti). Al primo piano, sistemazione di una sala di riunione e di tre uffici che permettono ad una squadra di una decina di persone di lavorare sullo sviluppo dei progetti di Mano a Mano. Al secondo piano, 5 camere sono costruite per i turisti solidali di passaggio, e pure una sala di soggiorno.

- 2011 : Seconda parte del parco Sumaqlla, costruzione di 5 terrazze e creazione della struttura di una rete d’irrigazione che collega i 7 bagni delle case vicine. Oggi tre di queste terrazze sono utilizzate dalla ludoteca per la produzione di piante medicinali e le animazioni con i bambini, le due altre sono utilizzate dai vicini.

- 2011/2012 : Ammodernamento del campo di calcio. Il campo di calcio era solo una lastra di cemento, le donne costruttrici hanno edificato a mano dei muri e delle gradinate che consentono a 200 spettatori di assistere agli eventi sportivi o culturali che vi sono organizzati. Sono anche stati sistemati degli spogliatoi, un locale per il materiale e un bagno con acqua e elettricità.

- 2012 : costruzione del comedor de Maria Jesus Espinoza (mensa popolare), locale che comprende una cucina, una dispensa e una sala di ristorante con terrazza, un balcone con delle piantagioni.

 Questo locale serve attualmente di mensa popolare e di luogo di riunione per la comunità. 

- 2012/2013 : costruzione di 300m² di parchi. Un parco di giochio in materiali riciclati e una terrazza di piantagioni vicino al campo di calcio sono sistemati.

- 2013/2014 : 100m di muri di contenimento sono stati costruiti in prossimità del campo di calcio per rendere più sicuro il complesso sportivo e le case vicine in caso di terremoto. 

- 2014 : costruzione di un parco di 16m², dall’edificazione di due muri di contenimento. Le piante sono innaffiate dalle acque grigie della casa vicina.

- 2014/2015 : costruzione di un parco di 404m², per migliorare l’ambiente e l’estetica della comunità. 4 famiglie assicurano la manutenzione dello spazio e fanno crescere degli ortaggi  per il loro consumo personale.

- 2015 : riabilitazione di un antico serbatoio per l’acqua sul terreno di uno skate park. Il luogo, abbandonato sin dall’inizio dell’invasione, ovvero da più di vent’anni, è stato trasformato in uno skate park e in campo di pallavolo. L’interno della riserva serve per il materiale ed anche come garage per i veicoli dell’associazione. Nelle vicinanze dei terreni di sport, tre giardini sono stati piantati, che sono mantenuti dai vicini.

- 2015 : costruzione di un giardino di 40m², situato davanti ad una farmacia popolare. Una famiglia assume l’incarico del suo mantenimento. 
Progetti in corso:
- Ammodernamento della biblioteca/ludoteca e creazione di orti urbani sul tetto : la struttura sarà rinforzata per permettere al palazzo di resistere in caso di terremoto ed accogliere sul tetto degli orti per le attività di prevenzione alla protezione ambientale.
- Giardini familiari di 480m² : saranno 7 terrazze spartite tra 7 famiglie che assumeranno l’incarico di piantarsi frutta ed ortaggi.
- Costruzione di una piazza centrale della comunità e di due giardini : la piazza comporterà un palcoscenico e delle gradinate e 80m² di giardini. Questi spazi saranno collegati tra loro da un marciapiede che consentirà ai giovani di recarvisi in skateboard o pattini a rotelle dalle altezze di Los Jazmines, per raggiungere il primo Skate Park. 

Email: manoamanoperou@gmail.com / Adresse: Calle 14 Mz H Lt 28, Urb. Alameda del Pinar, Comas, Lima 07 - Perú / Tel : 00511 7176699