Give a donation

E’ iniziato con l’apertura di una farmacia popolare….


Nel mese di agosto 1994 un gruppo di abitanti di La Merced decide di aprire una farmacia popolare e di innescare un programma di lotta contro la tubercolosi con l’aiuto di un’infermiera francese.                                           
Il progetto parte da zero e deve ancora uscire dal suolo : acquisto del terreno, edificazione di un centro salute e rifornimento in medicine di base. Le infermiere possono allora iniziare le cure ed altre attività preventive. E’ l’inizio di Mano e Mano che poco a poco diversificherà le sue attività.
Nel 2000, qualche libro appare alla farmacia e passo a passo, una biblioteca vede la luce con l’obiettivo di aiutare i bambini nel fare i loro compiti.
Nel 2002, la biblioteca si sviluppa e si dota di un locale, presto associato ad una ludoteca.
Nel 2003, cambiamento di scena : Grazie al successo del progetto, i dirigenti del quartiere decidono di mettere a disposizione dell’associazione un terreno nel quartiere di Los Jazmines, sempre a La Ensenada, nello scopo di ripetere il lavoro già effettuato. Perciò, ispirato dalla stessa ambizione di aiutare al successo dei bambini in ambito scolastico, Mano a Mano apre una nuova biblioteca e un centro salute. Oggi, 2000 bambini possono beneficiare delle attività educative e culturali.

Alla fine del 2006, una valutazione della situazione del quartiere è realizzata con gli abitanti dei quartieri di los Jazmines e di Maria Jésus Espinoza. I problemi successivi sono identificati, come punti di azione per Mano a Mano : assenza di centro ricreativo, di spazi verdi, violenza domestica e scarsa organizazzione urbanistica. Ogni progetto è realizzato con e dagli abitanti in situazione di estrema povertà dando la priorità alle madri single con la possibilità data a loro di formarsi.
A partire dal 2007, dopo un periodo di discussione con gli abitanti, un gruppo di donne costruttrici è costituito. Saranno formate ai mestieri dell’edilizia e parteciperanno alla costruzione di infrastrutture nella loro comunità così come dei muri di contenimento, dei parchi, degli spazi sportivi e l’ammodernamento dell’ufficio dell’associazione.
Dal 2007 fino al 2015 i lavori iniziano a Los Jazmines e sboccano in particolare alla costruzione di muri di terrazzamento, di giardini collettivi, alla ristrutturazione di più case che appartengono alle donne costruttrici, ed a un campo di calcio, di pallavolo e di skateboard...

Nel 2010, l’associazione passa per una nuova tappa sviluppando un progetto alberghiero e di ristorazione nel distretto di Comas, quartiere considerato fino a poco come uno dei più poveri della città, al Nord di Lima. Mano a Mano comincia per costruirci un ufficio, poi una cucina e una sala di ristorazione. Il ristorante solidale gestito dalle donne di La Ensenada finalmente nasce. Verrà la sua attività emplificarsi e diversificarsi successivamente alla creazione di una pasticceria.
In parallelo, l’associazione Mano a Mano ha creato passo a passo delle attività diversificate così come il turismo solidale e il commercio equo e solidale (lavorazione artigianale), che contribuiscono alla formazione, all’impiego e alla remunerazione delle donne della communità.
Lo sviluppo dell’associazione lungo gli anni non sarebbe stato possibile senza il lavoro dei diversi Mano a Mano (MAM Francia, MAM Essone e MAM Germania), il sostegno dell’Ambasciata di Francia in Perù, di Lima Accueil, di tutti gli abitanti del Perche e anche di tutti i finanziatori chi ci hanno appoggiato così come i volontari che sono sempre rimasti presenti e disponibili.

Email: manoamanoperou@gmail.com / Adresse: Calle 14 Mz H Lt 28, Urb. Alameda del Pinar, Comas, Lima 07 - Perú / Tel : 00511 7176699